“The Great Wall of Vagina” di Jamie McCartney

L’artista inglese Jamie McCartney è l’autore di una muraglia ricca di sculture che rappresentano patate di varie foggie ed età.
La bacheca che accoglie le opere è lunga nove metri ed è costituita da quattrocento calchi in gesso di vagine, tutte diverse, divise in dieci pannelli di grandi dimensioni. L’intento dell’autore è “cambiare la percezione del corpo femminile attraverso l’arte”: www.greatwallofvagina.co.uk
Le vagine rappresentate appartengono a madri e figlie, sorelle gemelle, transgender, donne gravide, neo-mamme. Donne di età compresa tra i 18 e i 76 anni.

The Great Wall of Vagina è stata esposta alla Triennale di Milano 2013 L’Origine-du-Mondedurante la mostra Kama, Sesso e design. 10 pannelli di calchi di vagine hanno suscitato scalpore tra il pubblico, tanto da richiamare il clamore che Jacques Lacan scatenava quando scopriva, nascosta dietro a una tela, L’origine du monde di Gustave Courbet, primo piano di una patata scandalosa nel 1866 quando fu dipinto (in verità non lascia indifferenti nemmeno in mostra al Musée d’Orsay).

I pannelli sono stati esposti a Brighton, Londra, Berlino, Milano e nonostante l’opera abbia già compiuto oltre dieci anni, riscuote ancora un’enorme successo…

grandemurovagina

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>